Please enable JS

Cosa facciamo / Grandi progetti

Progetti Europei e su larga scala

CRSL rappresenta un partner competitivo di aziende e altri enti pubblici e privati per l’accesso ai fondi europei dei programmi nazionali (PON, POR, PSR…) e internazionali (Erasmus+, Digital Europe, Creative Europe, H2020, ...). Si tratta di programmi che richiedono la presentazione di progetti articolati e ad alto contenuto scientifico e tecnologico, per lo più co-finanziati, da supportare con un significativo budget di partenza.

Referenti per questi progetti sono il Dr. Luigi Passariello, Coordinatore Tecnico Scientifico Grandi Progetti e Direttore Scientifico CRS Funding Lab e la Dr.ssa Isabella Querci, Responsabile Relazioni e Studi Internazionali e membro del Comitato Tecnico Scientifico e della Commissione di Indirizzo Scientifico CRSL.

Progetti su larga scala

BORGO 4.0

Borgo 4.0 è un progetto di filiera promosso da ANFIA – Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica - e realizzato con il coinvolgimento di un partenariato pubblico-privato coordinato dal soggetto gestore ANFIA Automotive e costituito da 54 imprese del settore e 3 Centri di Ricerca pubblici, con la partecipazione delle 5 Università Campane e del Cnr. Integrando azioni di ricerca, sviluppo, di innovazione e trasferimento tecnologico con la sperimentazione, in ambiente reale e in scala, delle nuove tecnologie per la guida autonoma e connessa, il progetto dà vita, nel borgo irpino di Lioni (Avellino), al primo esempio, in Italia, di laboratorio di sperimentazione tecnologica in diversi campi complementari, dove grandi e piccole imprese del settore automotive e delle telecomunicazioni, lavorano in sinergia allo sviluppo di nuove soluzioni, materiali e componentistica intelligente per la mobilità di domani.
Il progetto P-Mobility del programma BORGO 4.0, a cui partecipa CRSL, si propone di sviluppare un’innovativa soluzione modulare aperta ed OpenSource, basata sull’integrazione e la collaborazione tra le varie tecnologie di prossimità e altre tecnologie IoT, in grado di abilitare un intero ecosistema di servizi di prossimità.

FAIRE

CRSL è stato uno dei 33 vincitori della Call Hub Ricerca e Innovazione di Regione Lombardia (finanziata con fondi PORFESR) con il progetto Faire – Fashion Re-Platform Hub, presentato in partenariato con importanti aziende del settore digitale.
Con un investimento complessivo di 5.2 milioni di euro, di cui 2.4 di contributo regionale, Faire punta a portare le tecnologie più avanzate anche nel mondo della moda e del design, facendo incontrare la creatività con le moderne tecniche di big data analytics e intelligenza artificiale per sviluppare nuove tecnologie digitali a supporto della competitività del comparto.

Progetti Europei

RIPEC

L’obiettivo generale del progetto RIPEC - Ricerca sulle pratiche innovative nella gestione delle emergenze della comunità Erasmus - è quello di riconoscere problemi e soluzioni al fine di adottare procedure e strumenti innovativi per affrontare la gestione delle emergenze nel quadro delle mobilità Erasmus.
Il Partenariato è composto da istituti universitari italiani - Carolina Albasio (coordinatore) e Università degli Studi della Tuscia - e europei - Panteio Panepistimio Koinonikon Kaipolitikon Epistimon in Grecia, Jan Evangelista Purkyne University di Usti Nad Labem in Repubblica Ceca, Scuola Superiore di Social e Media Culture in Polonia e Università di Cadice in Spagna.

DIFREE

Il progetto DIFREE - Digital Freelancing - vuole offrire agli studenti delle Università partner e a studenti e neolaureati interessati, una formazione inerente le possibilità del lavoro autonomo, al fine di introdurli a una visione pratica e realistica del lavoro freelance. La premessa è data dall’opportunità per il target group di riflettere su se stessi e di autovalutare le loro soft skills e abilità.
Inoltre, il progetto vuole offrire loro un percorso di coaching, fornendo formazione agli insegnanti universitari sul mercato del lavoro digitale, le sue richieste di forza lavoro e le capacità essenziali, in modo che questa conoscenza possa raggiungere un numero maggiore di studenti. Il Partenariato è composto da Università degli Studi della Tuscia e CRSL (Italia), Panteio Panepistimio Koinonikon Kaipolitikon Epistimon (Grecia), Università di Cadice (Spagna), Politecnico Do Porto Institute (Portogallo).

S-DIY

S-DIY - Sustainability for Diversity Inclusion within Youth - mira a promuovere l’impegno attivo nella cittadinanza dell’UE e globale e a portare a contribuire all’attuazione da parte dell’UE degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs), secondo le priorità dettate dal Consiglio dell’UE e dalla politica giovanile dell’UE.
Il progetto S-DIY promuove formazione dei giovani sul tema degli SDGs e della sostenibilità ambientale per rafforzarne il senso di iniziativa, con l’obiettivo principale di sviluppare una piattaforma di dialogo sugli obiettivi di sostenibilità ambientale e implementare dibattiti pubblici. ll Partenariato è composto da: Solution: Solidarieté et Inclusion (Francia), Istituto Univeristario Carolina Albasio (Italia) e Eurospeak Limited (Irlanda).

PROBATIONET

Il progetto PROBATIONET dal titolo “A flexible, multidisciplinary and transnational VET model for the PROBATION services and practitioners”, mira a sviluppare e implementare un modello di formazione innovativo in grado di rispondere alle esigenze di istruzione e formazione di funzionari e lavoratori coinvolti nel processo di messa alla prova con un approccio flessibile e multidisciplinare. Particolare attenzione è rivolta alle questioni relative alla riconciliazione e alla mediazione vittima-autore del reato.
I Partner del progetto sono: Panteio Panepistimio Koinonikon Kai Politikon Epistimon (Grecia), Università della Tuscia e CRSL (Italia), Qualify Just - Soluzioni IT e Consulenza Lda (Portogallo), Direzione Generale Esecuzione Delle Sentenze (Bulgaria), “EPANODOS” - Centro greco per il reinserimento sociale degli ex detenuti (Grecia), Ministero della Giustizia Ankara Probation Directorate (Turchia).

Caricamento...